mercoledì 30 dicembre 2015

IDEE fai da te e last minute per la TAVOLA di CAPODANNO green e low cost ;-) eee AUGURI!!!


BENE! Siamo ormai arrivati alla fine anche di questo anno e - oltre ai buoni propositi che ciascuna di noi farà - abbiamo ancora un'occasione per condividere la nostra creatività :)

Sia che siate a casa vostra o che siate in giro con amici in luoghi da dover allestire per il Capodanno (come sarà il mio caso ... se la febbre mi lascerà in tempo!) vi lascio qualche spunto creativo - segnaposti - centrotavola - decorazioni per la casa che avevo fissato nella mia macchina fotografica nel 2013 tra Fiera di Primiero - Ormanico e Siror (che magnifici posti in Trentino!)


Magari non avrete a disposizione dei cuoricini in argento ma potete sempre farne qualcuno come quelli che vi avevo già proposto qui e qualche gugliata di lana o spago ce l'avrete certamente ;-)

martedì 15 dicembre 2015

CENTROTAVOLA NATALIZIO - SEGNAPOSTO NATALIZIO con riciclo di contenitori di uova ... di quaglia (tutorial)


Mancano ormai pochi giorni a Natale maaaa c'è sempre tempo per suggerirvi qualche decorazione natalizia per la casa: un'idea per un centrotavola con riciclo o una decorazione per il camino o per qualche angolo della casa da "riscaldare" =)

Qui ho usatoooooo contenitori delle uova di quaglia!
Non potevo proprio buttar via subito nella plastica queste belle mezze sfere!
Quindi ... eccole a nuova vita per qualche altro tempo =)


Dopo aver tagliato fin sul bordo le mezze sfere, spargete - proprio sul bordo - un filino di colla per materiale plastico e accostate le due metà l'una all'altra.




PRIMA PERO' ... riempitele di neve finta, di glitter, di piccoli soggetti natalizi ... proprio quelli sparsi qui e là (la piccola ghianda che si è staccata da una composizione, alcuni cuoricini, una stellina di plastica .............. ) 

Dato che il materiale è molto sottile, non rimane un bell'effetto dopo averle incollate tra loro quindi, ecco che ho aggiunto un filo decorativo oro - argento - rosso, un piccolo fiocco ed ecco la decorazione pronta


CENTROTAVOLA  


SEGNAPOSTO


Quest'anno le cose vanno così ... continuo a creare, ma il tempo per postare è ridottissimo =/ Spero di riprendere quota dopo la pausa natalizia, intanto vi comunico che questo post lo troverete anche qui




BUONA CREATIVITA' NATALIZIA =)

Silvia

OPS ... DIMENTICAVO ...
ho ricevuto questo smartphone in regalo per il compleanno ... 2 mesi di uso "oculato" e, in effetti, ha molte potenzialità ;-)
riflessioni in proposito QUI


giovedì 10 dicembre 2015

2 - LIBRO MORBIDO TATTILE per bambini - QUIET BOOK con riciclo/riuso di stoffe e ... tanto altro


Avete (ehm ... abbiamo ;-) ) ancora qualche giorno per realizzare i nostri regali natalizi e quindi ... eccomi qui con un'altra idea regalo per bambini.

Ecco un altro libro in stoffa, morbido, realizzato con stoffe di campionario e non solo ;-)
Un libro attivo che racconta una storia. Per chi vuole "leggerla" =)

L'avevo pensato e cucito in occasione del compleanno di una bimba speciale - Lucy* -  e, dato che non ero mai riuscita a condividerlo, eccolo


pagine realizzate con campionari di stoffe da tappezzeria vellutate e con disegni a rilievo e con soggetti che si "muovono", si spostano e si "scoprono".

"Un giorno Cipicip poté volare fuori dal nido
 con il permesso dei genitori - ovviamente -
incuriosito dallo zzzzz zzzzz delle api.
Ciao Cipicip! Buon viaggio!
Cipicip proseguì il suo volo
passò tra le nuvole e sorvolò il grande mare.
Il sole lo scaldava e una stella marina lo salutò.
 Vola di qua e vola di là
Cipicip si fermò su un grande prato
giocò tra i fiori con Salterello - un coniglietto grassottello - 
 poi, stanco e felice, tornò a casa dai suoi genitori"

 FINE 

Protagonisti: stoffe di campionario
nastri
cordoncino coda di topo
tulle 
lana cotta
sbieco fantasia
bottoni
 FINE

Per conoscere Lucy e la sua storia cliccate, guardate e ascoltate qui sotto 

Per ora vi lascio e vado a terminare i regali =)
A presto!

Silvia


sabato 21 novembre 2015

1 - LIBRO MORBIDO TATTILE - QUIET BOOK fai da te (tutorial)


Quale occasione migliore del periodo dei regali fai da te per Natale per rifarmi viva qui???
Non so se farò in tempo a mostrarvi il mio calendario d'Avvento o le mie 4 candele d'Avvento (ci sto lavorando nei brevisssssssimi ritagli di tempo =/ )
MAAAA certamente posso darvi qualche idea, per ora, di regali per i più piccoli: ecco il primo LIBRO TATTILE progettato, cucito e assemblato da me con stoffe di consistenza e trama diverse e morbido perché le pagine sono imbottite.


Lo avevo cucito nel 2003 (qui foto di foto =) - periodo in cui facevo sviluppare ancora le foto) per le mie nipotine.

Ecco la copertina: guanti in panno che si muovono, berretto con pon-pon in lana e la scritta che avevo realizzata con colori Marabù 3D liner
Stirando le lettere, una volta asciutte, queste si gonfiano e sopportano lavaggi in lavatrice.



In questo caso li avevo scelti perché, utilizzati in ogni pagina, potevano essere toccati e, con l'aiuto di mamma e papà, le bimbe potevano iniziare a "leggere" ;-)

Ecco alcune pagine: stoffe di diversa consistenza e tessitura, le ranocchie erano 3D (con i colori di cui vi ho detto sopra), le foglie erano cucite solo in un punto per poterle muovere e la nuvola era un po' di imbottitura fissata qui e là



ed ecco le altre: con tessuti in lana, panno, velluto e tulle.
L'erba verde scuro l'avevo ricavata da una sciarpa che era stata "visitata" dalle tarme =)
Ricordo di aver lasciato 1 cm. senza l'imbottitura nel lato che sarebbe stato unito per tenere insieme le "pagine" poi 2 strisce per chiudere il libro e un anello per attaccarlo al passeggino




Che ne dite?
Mi ricordo di essere stata contenta di questo primo esperimento ma già mi erano venute idee per un altro tipo di libro. Spero di riuscire a ricavare qualche ora, nei prossimi giorni per proporvi anche questo altro progetto che avevo realizzato per una bimba speciale ... vedrete! =)

Un altro mio libro tattile e interattivo era questo, vi ricordate la storia? 
Lo potete vedere tutto qui
http://toccodililla.blogspot.it/2013/10/borsettalibrorso-borsa-e-libro-in-panno.html

e altra bellissima proposta la potete vedere da Daniela de i pasticci di dani  

Intanto, buon fine settimana, buona creatività eeeeee a presto!!!!!!!

Silvia 

PS: spero di riuscire a tornare a passare con un po' di regolarità dai blog di amiche creative intanto ... portate pazienza, veroooooo??? BACIIIIIII






mercoledì 9 settembre 2015

AUGURI TOMASO!


Questo è un post speciale.
Questa estate, dopo aver trascorso in Val di Fassa, a Pozza e dintorni, una settimana con amici, abbiamo deciso -nel rientro- di passare per Canale d'Agordo e lì ho fatto una foto pensando a LUI, a TOMASO, un blogger speciale!

Ieri era il suo compleanno: 85 anni portati con uno spirito giovanile che lui trasmette attraverso i suoi post, le sue foto e i suoi commenti (clicca sul suo nome e potrai conoscerlo "di persona").

Tomaso è stato ed è ancora un alpino.

Carissimo Tomaso, facendo questa foto ti ho pensato, 
ho pensato alle adunate delle quali ci fai partecipi e, tu lo sai, ho pensato anche a mio papà (avrebbe 88 anni), un alpino anche lui, che sarebbe stato molto molto contento di conoscerti.
Certamente, dal cielo,
sarà felice perché ti ho conosciuto e tu, caro Tomaso,
mi hai dato la possibilità di immaginare come sarebbe stato il mio papà alpino
da "nonno".


  

AUGURI alpino TOMASO!!!

A presto e buona settimana tutte/i !!!
Silvia


sabato 5 settembre 2015

TOVAGLIA con RICICLO/RIUSO di BUSTE del CAFFE' e retine per gli alimenti


Come riciclare le buste del caffè? Beh, ci sono molti modi, alcuni li potete vedere qui e qui ma questa volta vi presento un riciclo un po' particolare: ho creato una tovaglia da esterno, una tovaglia che non teme piogge, che posso tranquillamente lavare senza usare la lavatrice e che non ha bisogno di essere stirata ;-)

Per questa creazione ho usato buste da caffè da kilo ... amo il caffè ma non ne bevo litri ;-) e queste vengono da un bar.
Le ho aperte tagliando il fondo e la chiusura laterale, pulite per togliere la polvere dei grani di caffè e appoggiate - aperte - sul piano del tavolo per controllare la misura.
Io ho avuto bisogno di 6 buste (+ altre di cui leggerete più sotto) maaa ovviamente, dipenderà dalle misure del tavolo =)




Le ho arricchite con delle immagini di verdure ritagliate da alcune confezioni di surgelati e unito i vari pezzi con scotch.




Ho cucito il tutto. La fatica più "grossa" è stata arrotolare la parte già cucita per riuscire a passare con l'altra sotto il piedino della macchina da cucire ^___^

Ho tolto tutti i pezzi di scotch.

Ho poi piegato a metà altre buste (nel mio caso 8) le ho cucite ai bordi lasciando aperti i lati per ........



 infilarci delle retine di alimenti e poter chiudere con 4 bei ... fiocchi!







Una tovaglia "coi fiocchi" =D non vi pare??????????

Voi avete già usato buste del caffè? Cosa ne avete fatto? ... sono curiosissima!!!

A presto, buon fine settimana e buona creatività =)

Silvia



lunedì 24 agosto 2015

COME RIUTILIZZARE un CESTINO di vimini

Come riutilizzare, come decorare, come ... non buttar via un cestino di vimini?

Io ho 2 soluzioni: la prima è che, ovviamente, lo tengo e lo uso =) la seconda è che lo regalo usandolo come contenitore MAAA con un semplice "tocco" potrà avere doppio uso ;-)
Ecco gli ... ingredienti!


Vedete cosa ha questo cestino che non tutti hanno??? Un RIVESTIMENTO interno in plastica! Quando decido di regalare un cestino ... oltre al contenuto ;-) lo RIVESTO SEMPRE così, chi lo riceve, lo può anche utilizzare per metterci delle piantine. Le può innaffiare senza far "marcire" il cesto! 


Dopo aver cucito tutto intorno il sacchetto di plastica, che ho adattato alla forma del cesto facendo delle pieghe ogni tanto (vedi foto), ho decorato il bordo.
Qui con fettuccia color glicine (dono di una carissima amica, insieme ad altri pizzi e nastri che utilizzava sua mamma) appicata tutt'intorno con colla a caldo e poi decorata con un mazzolino di fiori foglie, nastri e cordino in tinta.


Avevo poco tempo a disposizione e ho optato per una decorazione veloce ma carina =)

N.B.: riguardo al contenuto ... io ho fatto la salsa di pomodoro mentre la marmellata di arance amare (la destinataria - mia mamma - la adora!) l'avevo acquistata a fine luglio, dalla Croce Rossa Italiana, sez. di Pozza di Fassa

Che ne dite?
Voi come riutilizzate i cestini? 

A presto e intanto ... buona settimana!

Silvia

domenica 9 agosto 2015

TORTA allo YOGURT versione estiva: COCCO - MENTA


La scorsa estate, in uno dei rarissimi giorni di sole, mi è stata offerta da un'amica e questa estate l'ho fatta io. Visto il gran caldo ... cosa c'è di meglio di una torta "fresca"?

Ecco una versione della classica torta allo yogurt ma con ingredienti estivi: cocco e menta


Usate 1 vasetto di yogurt come misura.

In una ciotola unite, in questo ordine, i seguenti ingredienti:
1 vasetto di yogurt (bianco, vaniglia o cocco, a vostra scelta)
1 vasetto scarso di zucchero (bianco o di canna chiaro)
1 vasetto di sciroppo alla menta o 1/2 a seconda dei vostri gusti
2 uova 
mescolate bene il tutto 
1 vasetto di farina di cocco
2 vasetti di farina 00
1/2 bustina di lievito per dolci
1/2 vasetto di olio di semi di mais (no olio di oliva perché sapore troppo deciso)
1 pizzico di sale
mescolate nuovamente bene il tutto e versate in una tortiera unta e infarinata.
Io uso spesso uno stampo da plumcake in silicone che passo velocemente con un po' d'olio.
Mettete in forno a 180° per 40 - 45 min. Ovviamente, se usate uno stampo largo meglio 150°.

Il bello di questa torta?
Vedere le fette color verde =)

Il buono di questa torta?
Un sapore insolito che, se ricoprirete la torta di cioccolato (ma ve lo consiglio per settembre, ok?), vi ricorderà gli After Eight =)

Buon appetito e buona domenica!!!!!!!

Silvia









venerdì 7 agosto 2015

GELATO alla BANANA e CACAO senza gelatiera e ... un tocco di Venezia


Dal mese di luglio, e sto proseguendo anche adesso, mi sto dedicando a provare nuove ricette in cucina ... marito e figli gradiscono ... fortunatamente spesso!

Visto il gran caldo di questi giorni che però, confesso, io apprezzo, piuttosto del gran freddo, ho pensato di realizzare un gelato fai da te, senza gelatiera, semplice, veloce, sano eeeee gustoso =)

Ecco gli ingredienti del GELATO alla BANANA e CACAO



* banane (qui nella foto sono 3 ma io ne ho utilizzate 2)
* yogurt (questo in foto è fatto da me ma potete utilizzare anche yogurt alla vaniglia acquistato)
* cacao (qui è il tipo zuccherato - preso per errore, ma da utilizzare comunque  - ma potete utilizzare anche polvere di cacao amaro cui aggiungere zucchero in polvere)

I pezzetti di cioccolato sullo yogurt li ho messi solo per la foto MAAA nulla vieta di aggiungerli ;-) 



Schiacciate ben bene con una forchetta le banane poi aggiungete lo yogurt (dose di 1 vasetto) e il cacao (2 cucchiai). 
Io ho fatto il tutto con gli ingredienti già dentro ad un contenitore da gelato. Mescolate con cura il composto e mettete il contenitore nel congelatore.
Dopo 30 min mescolate il composto. 
Ripetete l'operazione dopo altri 30 min MA, se non avete tempo, non preoccupatevi =) lasciate il composto nel congelatore e quando vi servirà, tiratelo fuori un po' prima oppure 30 secondi nel microonde, una bella rimescolata e, con l'attrezzo per le palline da gelato, fate qualche buona coppetta ... SLURP!!!!!!!!!! 


Ecco come l'ho presentato il 17 luglio, a fine cena per la Festa del Redentore, insieme ad una pallina di gelato alla panna + 3 fettine di banana + una spruzzata di liquore alla cioccolata (anche questo "fai da te"), pappato e gustato giusti giusti per riuscire ad andare a vedere lo spettacolo dei fuochi d'artificio =O 


Buona giornata e a presto =)

Silvia


mercoledì 5 agosto 2015

ASTUCCI da CONTENITORI di PLASTICA e PORTALAVORO


Rieccomiiiiiiii!!!  Questa volta 3 progetti diversi: ancora riciclo-riuso, 3 idee per riciclare-riutilizzare flaconi di plastica, in questo caso di shampoo e shampoo-doccia per realizzare astucci portatutto e portalavoro o, per meglio dire, portafili per cucire, ricamare, rammendare etc etc etc


Dopo aver fatto i buchi - con fatica - con la pinza foratrice per pelli (leggete in fondo al post la mia richiesta ... GRAZIEEEEEE!!!) ho pensato di lavorare all'uncinetto/crochet un punto basso alternato ad una catenella e proseguire fino a creare una patella che si potesse chiudere con bottone





Il risultato mi è piaciuto e così, un astuccio è rimasto a Venezia, da un'amica e l'altro ... è volato in Canada da un'altra amica MAAA ... non potevo non tenerne uno per me e allora - visto che amo andare in altana a cucire, rammendare, ricamare, correggere, curare le mie piantine e tanto altro ancora =) - ho pensato di farne altri 2 (uno l'ho proprio tenuto per me e ... già usato ;-) mentre l'altro lo regalerò) ____________ ECCOLI!!!_____________________________


... così non perdo più forbicine o altro che, spesso, mi cadevano tra le fessure del pavimento in legno ;-)




ed ecco il secondo modello



Che ne dite???

Io ne sono proprio soddisfatta! Con materiali semplici sono riuscita a realizzare qualcosa che mi è proprio utile ... ho altri contenitori da parte, per altri usi cheeeee ... prima o poi realizzerò e - ovviamente - condividerò =)

N.B.-1-: aggiornerò il post, tra poco, con la foto della mia pinza foratrice così potrò - spero - avere delle "dritte" sul modello migliore ... questo non credo lo sia, dato che ad ogni foro dovevo togliere il cerchietto di plastica tagliato, altrimenti il secondo foro non si faceva =/

N.B.-2-: altri modelli di contenitori li trovate tra "Ricicli in circolo", bellissima iniziativa promossa da Dani QUI

P.S.: oggi tecnico per sistemare internet ... spero di potermi rifare viva prestoooooo!!!

BACIONI e BUONA CREATIVITA'!!!!!!

Silvia

martedì 14 luglio 2015

2 SOTTOPENTOLA con un "tocco" di riciclo


Ecco cosa è venuto fuori da quello che vi ho fatto vedere in precedenza: SOTTOPENTOLA fai da te con materiale riciclato!
Beh, la parte in legno, sughero e vetro è in materiale che ho riutilizzato (scarti e tronchetti in legno tagliati a fette, tessere in vetro da arredamento, alcune sagomate e altre no, tappi di sughero tagliati a metà) poi ho riciclato qualche coccio di ceramica trovato in spiaggia.

Questo è il primo modello, partito per Padova





e questo è un altro modello ... più sughero, meno tessere in vetro, altro colore, altro modo di unire le tessere





Certamente mi cimenterò in altri modelli ma intanto, di questi, che ne dite? 

A presto ... quasi ;-) e buona settimana!!!

Silvia
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...