venerdì 5 giugno 2015

A PROPOSITO di SILENZIO ... e un tocco di riciclo


RI-ECCOMI!!!
E' trascorso un po' di tempo dall'ultimo post per una serie di motivi che brevemente vi elenco:
desiderio di ritmi lenti e di lavorare a diversi progetti oltre ad un certo senso di inadeguatezza ... in questo mondo "vorticoso" =/

Ho letto, sempre in questo periodo, che diverse creative stavano passando un momento di silenzio, nel loro blog e in quello altrui.
Ecco cosa ho scritto in due commenti recenti:
"... Sono convinta anche che il "silenzio" di vari blog e commenti, oltre al probabile mancato sogno o sogni che ciascuna di noi ha rispetto alla sua creatività, possa essere dovuto al fatto che - ultimamente - pare sia necessario essere su FB, G+, Bloglov'in, Twitter, Instagram, Pinterest e chi più ne ha più ne metta. NO, IO NON CI STO, preferisco ancora una comunicazione efficace, che ti lasci qualcosa "dentro", che vada in profondità e NON rimanga in superficie e una creatività originale. [...]

CERTAMENTE è uno dei motivi per cui io HO e USO questo cellulare, efficace, essenziale e ... prende ovunque!!!




In un altro commento ho scritto così:
"... credo fermamente che sia necessaria un po' di vita LENTA!!! Io cerco di perseguirla e ne sono contenta ... nel mio caso, però, peccato che figli e marito non capiscano e, spesso, mi ostacolino. SOB! Mi sa che cercherò di dire la mia tramite un post e spero di essere utile almeno a qualche altra persona!"

QUINDI ECCOMI con QUESTO POST =)

Quando creo ...
* penso - immagino - creo schizzi
* provo materiali e accostamenti
* realizzo
* fotografo e a volte pubblico sul blog (condivido-visito-commento)
* riordino il "caos creativo" lasciato in casa SOLO SE i materiali hanno già una loro collocazione, altrimenti ... il materiale ritorna in sacchi e scatole più o meno nascosti in giro per casa ... PURTROPPO NON ho una craft-room (con grande dispiacere mio e soprattutto di figli e marito che non sopportano il tanto materiale in giro per casa ) =(

nel frattempo ...
* insegno
* leggo - studio - correggo
* faccio la spesa *
* cucino *
* faccio lavatrici
* stiro *
* pulisco e sistemo casa *
* curo il mio piccolo angolo verde in altana e le piante alle finestre e dentro casa
* faccio il compost
* cucio e rammendo
* sistemo capi di abbigliamento, scarpe e altro scartati dagli armadi e li porto a chi li riutilizza
* quando sono disponibili ... chiacchiero con i miei figli e marito
* ascolto musica mentre svolgo qualche attività che me lo permette
* apprezzo qualche bel programma televisivo
* a volte riesco ad andare a trovare la mia famiglia d'origine a Verona
* etc etc etc 
* da gennaio mio marito è in pensione e - quando può - mi dà una mano in queste attività 

TRA TUTTO QUESTO, che tantissime lettrici faranno, io NON RIESCO, NON POSSO e NON VOGLIO stare "sempre connessa"!!!!!!!!!!!! ... mi fa proprio tristezza vedere tante facce chine sugli smatphone per strada, in vaporetto e a tavola e impegnate a rispondere in ogni attimo della giornata =/
Per CREARE e per STARE con gli altri, la mia mente e le mie mani devono essere LIBERI !!!!!!!!!!!!

ECCO perché amo la vita "lenta"
la vita in cui non sei "bersagliata" da 1000 immagini e 1000 messaggi pubblicitari
la vita che ti permette di osservare, comunicare l'essenziale, capire, gustare, ascoltare, riordinare con criterio, leggere con attenzione e - cogliendo la tua specifica originalità - "lasciare una tua impronta significativa nel mondo - più o meno vicino a te" ... "fermate il mondo, voglio scendereeeeee"!

Voi che tipo di rapporto avete con l'essere connesse/i???
Sempre - poco - "il giusto" che non guasta i rapporti tra le persone?
E con la vita "lenta"???

... prima di lasciarvi ...


Cosa sarà diventato questo riciclo???

A presto!

Silvia

   


22 commenti:

  1. Ciao Silvia, anch'io uso un telefonino vecchio stile…giusto per chiamare o inviare qualche messaggio!
    Ma so che quelli attuali hanno un sacco di funzioni utilissime e quindi non escludo di "convertirmi" prima o poi…comunque fai benissimo a prendertela con lentezza, condivido la tua scelta…e poi col caldo…ancora di più!
    Un abbraccio
    Carmen
    p.s.
    sono curiosissima di vedere il tuo nuovo lavoro!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima Carmen! Scusa l'enorme ritardo nella risposta ma è stato un periodo pieno zeppo e ... dato quello che ho scritto ... ho trovato solo adesso il tempo per rispondere.
      Chissà, prima o poi anche io mi convertirò, ma sono certa che mi imporrò di usare il cell con ... parsimonia =D
      BACIONI e a presto!

      Elimina
  2. ahahha ciao cara Silvia, hai scritto anche per me, e hai ragione, ormai tanti si riferiscono solo sui social da te citati e non guardano neanche più quel che fai, ma forse anche loro hanno poco tempo e questo è meno impegnativo…a volte vorrei levarmi da questi ma mi servono per far conoscere il blog… però anch'io corro meno dietro a tutto e mi prendo i miei tempi. più lenti di una volta in cui pubblicavo ogni giorno! Sono d'accordissimo sul ritmo più lento, una volta si faceva una cosa per volta. Si scriveva una lettera e si aspettava anche un mese per una risposta ed era tutto normale. Ora con i messaggi si corre dietro al tempo, le risposte devono arrivare subito, si risponde al cellulare mentre fai la spesa o guidi e guai se non rispondi subito! e come si faceva una volta senza? ; ) E' un vortice a cui ci si deve opporre con una certa resistenza, come nuotare contro corrente. A volte l'obbligo arriva da noi stessi… il riciclo…dei pupazzetti…un abbraccio Cri : )

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Cri! Cerco di nuotare un po' contro corrente poi, quando lo riterrò opportuno, invertirò la rotta =)
      Un abbraccio anche a te e a presto!

      Elimina
  3. Ciao Silvia, concordo con ogni tua parola e poi ti ricordi "la tartaruga" canzone di Bruno Lauzi ....le cose belle della vita richiedono tempo e lentezza per essere apprezzate fino in fondo . Buona serata
    Gio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ben detto Gio! Eccome che mi ricordo "la tartaruga" (non ne ho mai parlato qui ma ne ho una piccola collezione ... mi piacciono molto le tartarughe) "... un mare di gelato che lei correndo troppo non aveva mai notato" (d'estate ci sta bene ricordare questa strofa, no???)
      Comunque, ora che posso riprendere il Blog in mano, ricomincerò a condividere ... con saggia lentezza =D =D =D
      Un caro saluto!

      Elimina
  4. Ciao Silvia io mi alterno, ci sono periodi che sono super connessa e altri quasi non mi ricordo nemmeno dell'esistenza della connessione, un po' come il mio essere creativa ... a proposito di creatività, sono curiosa di vedere il tuo nuovo lavoro ... buon fine settimana ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Manu!!! Anche io, come vedi, ho alternato un po' ... specialmente anche per i troppi impegni scolastici.
      Comunque al più presto esaudirò la tua curiosità (l'oggetto "misterioso" è stato consegnato ed ora posso pubblicarlo)
      A presto e un caro saluto!!!

      Elimina
  5. Concordo su tutto sorella (ma ne abbiamo già parlato a voce!)
    Io sono passata ad un cellulare più "connesso" perché me lo hanno regalato ma, stranamente, da quando ce l'ho mi connetto meno di prima.
    Il primo anno del blog è stato superfrenetico ma ora ho rallentato. La giusta misura è sempre la migliore.
    E per quanto riguarda la tua creazione... ho avuto la fortuna di vederla già ed è bellissima!
    Un abbraccione Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ;-) ciao sorella! Grazie per il tuo commento e a prestissssssimo!!!

      Elimina
  6. ....io cerco di contenermi, nel senso che spesse volte a casa, mi impongo di non accendere almeno il pc. Poi, gioco forza, con il cell, quando trovo una rete free (infatti volutamente non ho l'abbonamento a internet sul cell- e per questo in famiglia mi prendono per matta!) almeno un okkio alle mail lo do'! Però, occorre sicuramente rallentare. La vita va vissuta con calma! Sai che da quando ho uno smartphone, che è stato un regalo, rimpiango il nokia...il mio è lo stesso del tuo e almeno con quello potevi telefonare tranquillamente....bastava premere i tasti. Con questo nuovo faccio sempre molta difficoltà: sblocca, striscia, cerca, finchè arrivo alla tastiera, quando non si blocca qualcosa, passano quasi secoli....perciò se uno deve fare una chiamata urgente.....mi metto l'anima in pace...tanto so già che mi ci vorrà un po'! Sarà un bel mosaico...per un sottopentola il tuo riciclo? staremo a vedere.....buon fine settimana Silvia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima Angela! Mi sa che quando mi convertirò d uno smartphone o me lo regaleranno, farò come te ... mi metterò l'animo in pace e "trafficherò" un po' ;-)
      Per quanto riguarda la tua supposizione sul mio riciclo ... vedrai prestissimo!!!!!!!!
      Un abbraccio !!!

      Elimina
  7. ho molte cose in comune con te...ma la mia vita non è affatto lenta...e penso nemmeno la tua leggendo questo post....ho internet nel cel...per tanti motivi...soprattutto comunicativi con il lavoro e famiglia diventano più economici, mi capita di guardare i social....di solito alla fine della gg lavorativa....ma le cose da fare sono tante durante il gg che non è facile anche seguire la rete.....che stai combinando con quelle rondelle?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Glo! Le cose da fare sono tante che, in questo periodo, ho dovuto scegliere e dare alcune priorità.
      Ancora poco e vedrai cosa ho combinato con le rotelle ;-)
      Un caro saluto!!!!!!!!!

      Elimina
  8. hai ragione su cio che hai detto, comunque belli i tuoi lavori e interessi!un abbraccio simona:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Simona!!! Ognuno fa quello che può con i suoi ritmi ... i miei si sono un po' rallentati ma presto riprenderò a condividere qualcosa, prima di tutto proprio quello che ho combinato con questo materiale =)
      BACI

      Elimina
  9. Non per niente ho scelto polepole come mio nome sul web...
    Anche la mia vita non è lenta, per forza di cose: due bimbi ancora piuttosto piccoli, il mio lavoro (che va a singhiozzo, purtroppo, grazie alla crisi, ma che non smetto di cercare e di reinventare), il marito, la scuola, gli studi che non smettono mai, i libri che non sono mai abbastanza...
    Non è lenta, la mia vita, ma spesso la rallento: trovo cose per giocare, apro pagine da leggere, guardo il cielo. Perché ogni attimo è unico e non deve passare senza averlo vissuto, con tutti i sensi.
    Grazie per questo bel momento di riflessione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai perfettamente ragione, Polepole!!! Nemmeno la mia vita non è lenta ma ho imparato che è un bene rallentarla, ogni tanto, e saper riconoscere sempre le priorità, a seconda del momento =)
      Grazie anche a te per il tuo commento!

      Elimina
  10. Cara Silvia, leggerti è stato un po' come guardarsi allo specchio: ho bisogno di lentezza ! Di spazi tutti miei , di silenzi e solitudini cercati e ben distribuiti . Ne ho bisogno per sentirmi bene, libera. E' facile lasciarsi corrompere dai ritmi di questi super connessi tempi moderni...ma se si è spiriti liberi , poco a poco ci si riappropria dei propri tempi ....La connessione continua è nemica della libertà! E forse anche della creatività..... a proposito , non vedo l'ora di vedere cosa è venuto fuori dal tuo ultimo riciclo....

    Un grande abbraccio

    Clelia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Clelia! Hai proprio detto bene: la connessione continua è nemica della libertà perché detta ritmi che difficilmente la nostra mente e le nostre mani possono sopportare a lungo. Tra poco potrai vedere cosa è venuto fuori in qualche ora ... di libertà creativa =)
      Un grande abbraccio anche a te!

      Elimina
  11. Ciao Silvia, ben trovata!
    Bellissimo post questo. Pieno di saggezza.
    E' vero, ho letto pure io su molti blog l'esigenza di staccare e di avere ritmi più lenti.
    Per quanto il mio blog sia nato neppure due anni fa, ho staccato pure io, perché non ci stavo dietro.
    In generale, comunque, vado a periodi: odio/amore insomma.
    Come tutto anche la rete va presa con moderazione e usata con la testa. Solo così può dare tanto, altrimenti diventa solo causa di stress.
    Scrivi il post su marito, figli e ritmi lenti .... c'è un sacco da dire.

    RispondiElimina
  12. wow..... qui non voglio mancare e dirti: idem idem idem e ancora idem....
    sarà che ho aperto il blog da poco, sarà che non amo i social ma che poco dopo mi son fatta convincere da qualche amica a iniziare anche con fb, sarà che già si corre tutti tutto il giorno, sarà pure che sono stata disconnessa per oltre due mesi, sarà per tutto quello che hai già elencato te (e a volte anche di più), ma approvo in pieno ciò che hai scritto!!!
    Tutto tutto e per quanto riguarda il telefonino pur avendone uno abbastanza nuovo e che si può connettere a tutte le modernità e le app di sto mondo, io non lo uso! ihihih ....almeno non per tutte le funzioni di cui è (super)dotato....a me basta che posso usare un telefono. punto. per il resto faccio tutto dal pc in casa e già a volte anche io esagero...come in questi ultimi giorni nei quali sto cercando di mettermi in pari con visite e quant'altro (giusto per correttezza e perchè ho trovato qualche ora, in questo senso mi pare più che giusto farlo) ma le frenesie "webbiche" no grazie non fanno per me!
    e purtroppo, nonostante mi considero ancora una neofita della blogosfera, o forse proprio perchè avendo poca esperienza faccio ancora tanta tanta fatica a postare di frequente, ho già notato che tenere "vivo" il blog è un gran bel lavoro, sia in termini di tempo che di dedizione che di impegno ecc ecc. Perciò: viva le pause, rigenerano!
    un abbraccio

    RispondiElimina

Grazie per la tua visita!!!
Se mi lacerai un messaggio, sappi che sarò felicissima di leggerlo.
A PRESTO !

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...